clicca
Sconto fattura Milano

La manutenzione del parquet

Il parquet è un pavimento bello da vedersi, ma che richiede cure e attenzioni particolari. Il legno è un materiale che nel tempo tende a gonfiarsi e a perdere il colore e la luminosità iniziale. Specie se a contatto con sbalzi di temperatura e umidità il legno si gonfia e si deforma, rendendo anche la pavimentazione meno stabile e provocando al suo interno fessure e dislivelli.

La  manutenzione del parquet  è importante e deve essere eseguita periodicamente  e con costanza. Dopo la posa, immediatamente dopo, è necessario lucidare e levigare il parquet. Queste operazioni devono essere eseguite anche dopo la posa, poiché permettono al pavimento di riacquistare la luminosità e l’aspetto originario.

La levigatura è un processo attraverso il quale viene eliminato lo strato superficiale del parquet, che magari con il tempo e il calpestio continuo si è rovinato. Eliminando lo strato superficiale del legno, rimane uno strato nuovo che però va lucidato prima di poter essere calpestato. Queste due operazioni consentono di rinnovare il proprio pavimento periodicamente e di mantenere intatta la sua bellezza nel tempo.

Pavimenti di legno in cucina

I pavimenti in legno si possono posare anche in cucina, esso deve essere resistente all’umidità, agli urti, alle graffiature, alle sedie che vengono spostate e alle operazioni di pulizia eseguite quotidianamente in cucina. Di conseguenza è necessario scegliere pavimenti di legno che soddisfino tutti questi requisiti.

Uno dei legni migliori e più resistenti è il teak, un legno reperibile sia in Africa che in Asia, color tabacco e talmente resistente che viene utilizzato anche per le imbarcazioni. In cucina si può anche scegliere di posare un parquet laminato che dura nel tempo e resiste a qualunque tipo di maltrattamento.

In tal caso si possono scegliere anche essenze delicate con un’ampia gamma di scelta dalle essenze chiare alle rosse fino a quelle scure.
Inoltre in commercio troviamo anche una linea waterproof di pavimenti in legno, la posa parquet è la medesima dei classici ma la sua composizione è diversa e più indicata in bagno e cucina.

Il legno come materiale isolante

In montagna o nelle zone fredde spesso si vedono case con pavimenti e rivestimenti in legno. Addirittura nei territori scandinavi interi paesi sono costruiti in legno.  Infatti il legno ha un’elevata proprietà isolante e questo permette di avere ambienti caldi e asciutti.
Erroneamente però si pensa che il legno isoli solamente dal freddo e che nelle stagioni più calde le stanze rivestite in legno siano insopportabili, ma in realtà non è affatto così.
Il legno è un materiale adatto ad ogni stagione e poiché  permette di avere un ambiente temperato in ogni momento dell’anno, le sue proprietà isolanti allontanano sia la calura che il freddo.

Affidati a stocchisti parquet Milano ogni consiglio in riferimento ai pavimenti in legno.

Le caratteristiche del parquet in ebano

Parquet ebanoPregiato e dal colore scuro venato di sfumature ramate, l’ebano è uno dei legni più lussuosi del pianeta. Il parquet di ebano è infatti una delle pavimentazioni più pregiate e ambite da chi ama i rivestimenti di lusso.
L’ebano viene ricavato dalla specie del Diospyros Ebenum, un albero sempreverde che cresce in Africa e Asia, dalle dimensioni notevoli, sia per altezza che per diametro.
Il pregio del parquet ebano deriva da diversi fattori, di cui il primo è certamente la rarità di questo legno, che bisogna importare da paesi lontani. In secondo luogo, il colore scuro evoca i misteri dei viaggi esotici che fino al secolo scorso bisognava compiere per recuperare questa merce di lusso. Il colore marrone scuro è infatti variato da altre sfumature di colore rossiccio, in modo che, quando è illuminato da luce diretta o soffusa, il legno assume riflessi più caldi.
Il pregio di questo legno, e di conseguenza del parquet, è dovuto poi alla sua durezza e resistenza. A differenza del teak, un legno scuro ma morbido, l’ebano è molto resistente agli urti, alla variazione di temperatura e alla formazione di muffe, al punto che è utilizzato per la costruzione di strumenti musicali quali liuti, oboi, flauti e clarinetti.
Chi desidera un parquet in ebano e costi modesti e senza spendere eccessivamente, può ricorrere alla soluzione più diffusa, scegliendo un parquet prefinito in ebano.

Tipi di parquet e costi: una guida veloce

Parquet Massello caratteristicheIl nostro blog è ricco di articoli e approfondimenti sui pavimenti in legno: vuole essere una guida veloce ai tipi di parquet, con indicazioni su costi, caratteristiche, tecniche di posa, etc…

Negli articoli precedenti, abbiamo parlato delle caratteristiche del parquet massello, ma esistono poi parquet che uniscono al materiale nobile anche del legno povero.
Si tratta dei cosiddetti parquet laminati, che non sono veri e propri parquet in legno, ma sono realizzati con listelli in laminato plastico, ottenuti sovrapponendo diversi materiali; non a caso hanno un costo davvero economico, generalmente a partire dai 10 euro al mq. C’è poi il parquet prefinito, che è un parquet multistrato (unisce uno strato superficiale in legno nobile e uno – più nascosto – fatto di legni di supporto, meno nobili, come la betulla, l’abete e il pioppo, il frassino e il pino). Nei nostri negozi trovate prefiniti in offerta a partire da 20 euro al mq!
Esistono poi tipologie particolari di parquet – che hanno un mercato più di nicchia – come il parquet realizzato da legno recuperato o i parquet a quadri o con disegni particolari, oltre ai parquet specifici per esterni.