clicca
Sconto fattura Milano

Come posare la moquette

parquet colorati milano


La moquette è una tipologia di pavimentazione in tessuto naturale o sintetico, sceglierla per la propria abitazione ha sicuramente diversi vantaggi, primo fra tutti un vantaggio economico, infatti ha un prezzo nettamente inferiore al parquet e a qualsiasi altro tipo di pavimentazione. Essa è inoltre un isolante acustico, e termico: riesce infatti ad ammortizzare le onde sonore, ed è per questo che viene spesso utilizzata negli hotel e negli uffici.
Ed infine ha un vantaggio estetico, infatti riesce a creare un ambiente accogliente e molto piacevole al tatto, essendo molto confortevole.

La posa fai-da-te:

Se stai cercando un articolo che ti spiega come posare la moquette da solo, non sei sulla pagina giusta!
Il fai-da-te è sicuramente molto appagante, e oggi giorno esistono numerosi kit di posa in opera che ti permettono di posare la moquette, ma nonostante ciò, basta una piccola imperfezione della superficie perché il lavoro non risulti perfetto.
Noi di Parquetemoquette vi offriamo un servizio di posa in opera altamente professionale, e sceglieremo insieme a voi il modo migliore per posare la vostra moquette.

Le tecniche di posa:

Esistono diverse tecniche di posa:
la posa incollaggio è sicuramente la più utilizzata, per questa però serve saper scegliere con attenzione il tipo di adesivo che si usa poiché alcune colle tendono a rendere il materiale irrecuperabile; mentre le colle removibili tendono a staccarsi dal pavimento sottostante.
la posa libera è la più semplice, la moquette infatti viene tagliata a seconda della misura che serve e si trattiene lungo le pareti con lo zoccolino e in corrispondenza delle porte con i coprisoglia. Questo tipo di posa è più adatto ad ambienti piccoli.
esiste infine la moquette adesiva, che facilita notevolmente il lavoro, è infatti dotata di strisce adesive alle estremità del tessuto, che permettono di aderire perfettamente alla pavimentazione sottostante.
Ma una cosa è certa, qualsiasi sia la tecnica di posa scelta, questa deve essere effettuata da posatori esperti e competenti, come già detto infatti, la posa della moquette non può essere realizzata fai-da-te.

Prezzi posa parquet

prezzi posa parquetPrezzi posa parquet: quanto costa e quanto tempo occorre per posare una pavimentazione in legno?
Per quanto riguarda la posa, il parquet in legno massiccio richiede tempi più lunghi, fino a 15-20 giorni, mentre quello prefinito può essere posato anche in giornata, visto che la finitura viene eseguita già in azienda.

Per questo motivo è preferibile usare il parquet tradizionale nelle case di nuova costruzione, dove si possono attendere i tempi di posa, mentre il prefinito è ideale per le ristrutturazioni, il parquet prefinito può essere incollato anche sul pavimento preesistente.

I prezzi per la posa di un parquet tradizionale sono più elevati rispetto a quello prefinito poichè i tempi e la manodopera è maggiore rispetto alla posa del parquet prefinito. Anche il costo di un parquet in legno massiccio è di gran lunga superiore a quello del parquet prefinito.

Il pavimento in parquet del resto conferisce a qualsiasi stanza un’atmosfera regale, rendendolo una scelta popolare per i proprietari di case con proprietà che vanno dalle case di campagna agli appartamenti in città. L’installazione di pavimenti in parquet può trasformare il tuo spazio abitativo, creando un’estetica senza tempo che è sia classica che contemporanea. Ma quanto costa il parquet?

L’installazione di pavimenti in legno beneficia delle competenze di un esperto qualificato di pavimenti in legno. Utilizza il nostro strumento di ricerca per trovare professionisti locali nella tua zona o continua a leggere per un riepilogo dei costi per il parquet.

Ma quali sono i fattori che incidono sui prezzi posa parquet? Vediamoli insieme:

Forma della stanza

Anche per uno specialista di pavimenti in legno, sarà molto più facile lavorare con un soggiorno standard di forma quadrata rispetto a una stanza dalla forma strana. La complessità della forma della stanza influenzerà il cartellino del prezzo: ad esempio, quelli con rientranze e angoli non convenzionali richiederanno capacità di installazione più tecniche poiché la pavimentazione dovrà essere tagliata su misura.

Condizione esistente

Prima di ottenere un preventivo, controlla le condizioni del tuo pavimento attuale. È a livello o le travi si sono espanse causando rigonfiamenti sulla superficie? Se sono necessari ulteriori lavori per preparare la superficie, ciò aumenterà il costo totale.

Se ci sono delle soluzioni rapide che tu o un professionista qualificato potete fare prima dell’installazione, questo ridurrà i costi per la posa del pavimento.

Pavimenti in legno per negozi e per interni


I pavimenti in legno per negozi e per interni sono particolarmente indicati per rendere accogliente il tuo ambiente commerciale.
Nonostante il legno sia un materiale delicato e che necessita di continue attenzioni, può essere posato anche in ambienti molto frequentati e soggetti a calpestio continuo.  I pavimenti in legno laminati i più consigliati, sia per il costo inferiore rispetto al parquet tradizionale, sia per la praticità che per la resistenza. I pavimenti dei negozi sono continuamente calpestati e devono essere puliti quotidianamente. Il legno si  presta agli ambienti commerciali poichè grazie alla levigatura si può eliminare lo strato più superficiale del pavimento e con esso i graffi e i segni del tempo.

I pavimenti in legno massello sono quindi un’ottima opzione per questa applicazione architettonica.
Infatti i pavimenti in legno massello, anche noti come pavimenti in legno grezzo, non sono altro che i parquet tradizionali. Solitamente sono realizzati in legno per intero e per questo devono essere sottoposti a operazioni di levigatura e lucidatura una volta messi in opera.  I pavimenti in legno massello hanno un costo superiore agli altri perché richiedono una posa lunga e, come già detto, le operazioni di manutenzione della lucidatura e levigatura richiedono la loro tempistica.  Tuttavia i pavimenti in legno massello presentano ottime caratteristiche di spessore e robustezza, garantendo quindi la resistenza e la durevolezza indispensabile a una pavimentazione di  un edificio aperto al pubblico.

posa parquet flottante e tradizionale La posa del parquet coincide con la fase finale della sua realizzazione: dopo aver scelto essenza e grandezza delle tavole, il pavimento il legno viene definitivamente installato dove lo si desiderava.

Nel corso del tempo questa operazione ha subito diversi cambiamenti: alla posa tradizionale – che prevede il fissaggio del parquet mediante l’utilizzo di chiodi o collanti, per pavimenti in legno massello – si è via via preferita una posa di tipo flottante. Questa tipologia di posa – le tavole vengono fissate con incastri maschio-femmina – oltre ad essere più veloce, è anche contenuta nei costi rispetto alla prima.

Sebbene sembri semplice da realizzare, anche per la posa flottante è meglio affidarsi ad esperti di posa parquet esperti che sapranno valutare correttamente il giusto spazio da lasciare tra le tavole per permetterne l’assestamento, nonché eseguire tutte quelle pose tecniche dalla posa più articolata (es. spina di pesce…).

Quando si parla di materiali prescelti per pavimentare un ambiente, il legno continua ad essere una delle soluzioni più apprezzate per il fascino senza tempo che è in grado di restituire alla stanza in cui si decide di impiegarlo.

La tecnica più tradizionale per l’installazione del parquet è la posa incollata che consiste nel semplice fissaggio dei listelli di legno al pavimento preesistente mediante l’utilizzo di colle speciali.

A questa tipologia di posa però si sta iniziando a preferire la tecnica flottante ben più rapida e facile da eseguire, tant’è che spesso sono gli stessi privati ad occuparsi personalmente dell’installazione del proprio parquet a casa.

Il parquet flottante, detto anche galleggiante, si posa in breve interponendo tra il pavimento originario ed i listelli di legno un materassino isolante che ne migliora l’isolamento termo-acustico. La caratteristica più innovativa di questo tipo di posa consiste nella possibilità di riutilizzo dei listelli di legno: non essendo fissati con colle speciali, in caso di assi rovinate o cambio di residenza, il parquet può essere facilmente rimosso e sostituito o rimontato altrove.

Quanto costa mettere il parquet sopra il pavimento
Posizionare il parquet sopra un pavimento già esistente può, senza dubbio rappresentare una buona soluzione per vari motivi diversi. Il primo vantaggio è rappresentato dal fatto che una simile scelta non prevede lavori di muratura eccessivi e il vecchio pavimento non deve essere rimosso; questo aspetto rende, senza dubbio, il lavoro notevolmente più economico e veloce da realizzare.
Il prezzo della posa di un pavimento in parquet sopra un pavimento già esistente varia, comunque, a seconda delle soluzioni scelte e dei materiali utilizzati.

Esistono tre diversi tipi di posa: a fresco, a secco e su sabbia. La posa a fresco viene fatta utilizzando collanti o addirittura listelli autoadesivi. Questa tecnica è senza dubbio estremamente comoda e semplice da applicare ed ha un costo medio di circa 15 euro/mq. La posa a secco rappresenta sicuramente la soluzione più economica ed è anch’essa estremamente semplice da realizzare; in questo caso, infatti, il parquet è posizionato incastrando tra loro le lamelle di legno, senza quindi l’utilizzo di collanti o viti. In questo caso il prezzo si aggira intorno ai 5-10 euro per mq.
La posa su sabbia, infine, ha l’indiscutibile vantaggio di garantire un maggiore isolamento acustico del pavimento; questa tecnica, tuttavia, prevede costi che possono arrivare anche a 50 euro per mq.

Altro aspetto, che determina il prezzo della posa di un pavimento in parquet, riguarda i materiali utilizzati; dalle lamelle in legno massello ai laminati multistrato, passando per il finto parquet realizzato in PVC, quindi, possiamo trovare prezzi molto diversi tra loro.
La scelta del tipo di pavimento e della tecnica di posa, comunque, deve essere fatta tenendo in stretta considerazione alcuni fattori molto importanti quali le condizioni del pavimento sottostante e i materiali preesistenti, al fine di garantire un lavoro duraturo e fatto a regola d’arte.