clicca

Parquet blog: guida ai pavimenti in legno

Guida con consigli e articoli per la scelta del parquet

Tipi di parquet e costi: una guida veloce

Parquet Massello caratteristicheIl nostro blog è ricco di articoli e approfondimenti sui pavimenti in legno: vuole essere una guida veloce ai tipi di parquet, con indicazioni su costi, caratteristiche, tecniche di posa, etc…

Negli articoli precedenti, abbiamo parlato delle caratteristiche del parquet massello, ma esistono poi parquet che uniscono al materiale nobile anche del legno povero.
Si tratta dei cosiddetti parquet laminati, che non sono veri e propri parquet in legno, ma sono realizzati con listelli in laminato plastico, ottenuti sovrapponendo diversi materiali; non a caso hanno un costo davvero economico, generalmente a partire dai 10 euro al mq. C’è poi il parquet prefinito, che è un parquet multistrato (unisce uno strato superficiale in legno nobile e uno – più nascosto – fatto di legni di supporto, meno nobili, come la betulla, l’abete e il pioppo, il frassino e il pino). Nei nostri negozi trovate prefiniti in offerta a partire da 20 euro al mq!
Esistono poi tipologie particolari di parquet – che hanno un mercato più di nicchia – come il parquet realizzato da legno recuperato o i parquet a quadri o con disegni particolari, oltre ai parquet specifici per esterni.

Parquet in legno massello MilanoChe cos’è il parquet in legno massello? Quali sono le sue caratteristiche? Ve lo spieghiamo in questo breve articolo.

Chi non ha mai sognato un pavimento in parquet per la propria casa? Caldo, confortevole, naturale e luminoso, il parquet è un elemento decorativo – oltre che funzionale – di grande fascino per una abitazione, che arreda e impreziosisce.
Essendo un rivestimento per pavimenti molto versatile, ne esistono di diversi tipi, ognuno dei quali ha le proprie peculiarità e si adatta a specifiche esigenze funzionali e di stile. Tra i più conosciuti c’è sicuramente il parquet in legno massello, conosciuto anche come parquet tradizionale, che è il classico pavimento in legno in listelli grezzi di “legno nobile” (vedremo più avanti cosa significa). Ma esistono anche il parquet laminato, il prefinito e il cosiddetto “antico”.

Caratteristiche del parquet massello
Ciò che contraddistingue questo tipo di pavimento in legno è che i listelli sono costituiti unicamente di legno nobile, ossia puro, e sono tutti ricavati da un unico blocco. Sono assenti quindi gli strati di supporto (conosciuti anche come “legno povero”). I materiali lignei più utilizzati per i parquet massello sono in genere rovere, noce, teak, faggio, olivo. Non essendovi altri materiali di supporto, lo spessore dei listelli di massello è molto più elevato rispetto ai listelli di altre tipologie di parquet e può arrivare ai 22 cm.

Scopri tutti i pro e contro del parquet massello o passa in negozio per scoprire la nostra selezione di masselli in offerta!

Parquet massello: pro e contro

Parquet massello

Perchè scegliere un parquet massello?
Ecco i principali vantaggi di questo tipo di rivestimento.

Calore: rispetto a un laminato o “finto parquet”, il massello è realizzato interamente in legno che è un ottimo conduttore di calore. Oltre quindi al calore “estetico” dato dall’impatto visivo di un pavimento in legno, il massello produce quella tipica sensazione di tepore e comfort che ben conosce chi ha camminato a piedi nudi su un vero parquet.

Resistenza: il massello – proprio per la qualità dei materiali utilizzati e per la lavorazione che necessita la messa in posa – è più resistente e duraturo rispetto ad altre tipologie, anche perché come sottolineato in precedenza è realizzato in blocchi unici e compatti, resistenti a calpestio ed urti.

Elasticità: essendo in puro legno, il pavimento in massello mantiene intatte le straordinarie caratteristiche di questo elemento e, a differenza del laminato che è rigido, risponde con elesticità al calpestio e alle sollecitazioni.

Bellezza: l’effetto ottico che ne deriva è di gran resa.

Pregio: l’installazione di un parquet pregiato come il massello aumenta sicuramente il valore di un immobile.

Naturalmente, il massello presenta anche degli svantaggi rispetto a soluzioni meno pregiate e più “chiavi in mano”. Questi i principali.

Costo: Sebbene alcuni laminati di fascia alta possano avere prezzi simili al massello, il costo di un parquet massello è in media più alto rispetto a un multistrato.

Realizzazione più lenta: un parquet massello è fatto di pezzi grezzi con procedura ad incastro maschio-femmina e viene verniciato e levigato durante la posa da prefessionisti. Questo aumenta sicuramente i tempi di realizzazione.

Trattamento e manutenzione: un parquet di questo tipo richiede sicuramente più cura in termini di trattamento e manutenzione. Processi di oliatura, verniciatura, ceratura, levigatura e lucidatura vanno eseguiti periodicamente. Inoltre, sfortunatamente, il massello si graffia molto più facilmente.

Riparabilità: laminati e prefiniti sono di più facile riparazione perché la riparazione del massello comporta di dover rilevigare l’intero ambiente anche quando si riparano o sostituiscono piccole porzioni di pavimento.

Resistenza all’acqua: sia il parquet che il laminato sono materiali assorbenti, per cui l’acqua stagnante può penetrare attraverso le giunture e sollevare le doghe. Tuttavia per il laminato sono disponibili processi impermeabilizzanti.
Se sei interessato all’acquisto di parquet masselli a Milano e dintorni, vieni a trovarci in negozio: ti assisteremo nella scelta del tuo parquet.

Come scegliere il colore del parquet

Abbinare parquetQuando ci si appresta a ristrutturare un appartamento, la scelta primaria ricade sulla tipologia di pavimentazione. Il pavimento non può essere sostituito con facilità come l’arredo di una stanza e pertanto deve essere scelto con cura; esso ha un ruolo fondamentale nell’arredo di un’abitazione ed è la prima cosa che si nota appena entrati in casa. Il pavimento amato da tutti, capace di donare calore all’interno di una stanza, è il parquet di legno.
Il parquet è un rivestimento di tipo versatile, poiché si adatta perfettamente ad ogni ambiente, può essere posizionato seguendo schemi di posa differenti e la scelta spazia su tipologie di legno, colori e forme diverse. Optare per una pavimentazione in parquet di legno è la scelta perfetta per qualsiasi stile d’arredo. Per scegliere il colore giusto per il parquet di casa è importante focalizzare l’attenzione su come la casa debba apparire una volta finita e pertanto valutare la luminosità degli ambienti, avere le idee chiare sulla tipologia di arredamento che si andrà ad inserire all’interno dell’abitazione e calcolare l’ampiezza degli spazi. Se una parte degli arredi proviene da un’antica collezione di famiglia e la restante deve essere acquistata, grazie al parquet è possibile creare un equilibrio chic ed armonioso tra il vecchio ed il nuovo. Per donare all’ambiente un carattere rustico e vissuto la scelta deve ricadere su un classico parquet di noce, oppure su tonalità del rosso tipiche del ciliegio. Abbinando a queste tonalità degli arredi in legno scuro con dettagli in pietra naturale ed ove possibile delle travi in legno al soffitto, sembrerà di stare in uno chalet di montagna.
Per creare un ambiente moderno e sofisticato la scelta del parquet può ricadere su tonalità molto scure, come il wengè, oppure su essenze chiare come quella dell’acero canadese, caratterizzato da meravigliose sfumature che spaziano dal bianco al grigio. Questa scelta deve necessariamente basarsi sull’ampiezza dell’ambiente e sulla luminosità. Il parquet in wengè è decisamente scuro, con tonalità di colore molto vicine al nero. Questa nuance è l’ideale per grandi uffici oppure per ville al mare arricchite da ampie vetrate. Questa pavimentazione si sposa perfettamente con pareti bianche oppure in pietra con sfumature di grigio e con mobili chiari sulle tonalità del bianco o del sabbia. Il parquet in acero canadese risulta invece molto luminoso e neutro; può essere inserito in qualunque ambiente e si adatta ad arredi di qualsiasi colore ed a spazi poco luminosi facendoli apparire persino più grandi.
Per chi ama le sfumature del legno, un parquet caratterizzato da tonalità medio-scure e da molteplici striature sia chiare che scure è il parquet in legno di iroko. Questo legno è di tipo pregiato, è resistente agli sbalzi termici ed è utilizzato anche per la realizzazione di strumenti musicali. Il parquet in iroko rappresenta una scelta lungimirante, poiché grazie alle sue gradazioni di colore ha la capacità di adattarsi ad ogni ambiente e ad ogni stile; è la scelta perfetta per chi desidera avere la possibilità di cambiare stile d’arredamento in futuro. Il parquet in iroko si accosta con eleganza a mobili in stile classico, vintage o moderno.
Il parquet in legno teak è anch’esso caratterizzato da contrasti chiaro/scuri e si adatta ad ogni stile. Questo legno gode di un’elevata resistenza alle intemperie ed agli sbalzi termici e trova largo impiego per pavimentazioni da esterno ed addirittura per pavimentare il bordo di una piscina.
Scegliere il colore del parquet non è un’impresa ardua, anzi può risultare una piacevole esperienza. Affidarsi a personale esperto del settore è senz’altro la soluzione migliore. Scegliere un parquet in vero legno per la pavimentazione di casa è un investimento in qualità e bellezza; tuttavia considerando il fatto che per acquistare un parquet di legno pregiato è necessario avere un importante budget a disposizione, è possibile indirizzare la propria scelta sui moderni finti parquet. La pavimentazione in finto parquet è realizzata in laminato oppure in gres porcellanato effetto legno ed entrambi hanno caratteristiche estetiche molto similari al vero parquet.

Parquet intarsiatoL’unione delle caratteristiche estetiche e delle diverse essenze di parquet disponibili sul mercato rendono unica la tecnica dell’intarsio.
Le dimensioni variabili dei listelli e le diverse colorazioni delle essenze si uniscono alle molteplici possibilità di posa: a cassero, a bastimento, a spina di pesce dritta e in diagonale, a quadro in orizzontale e diagonale, a tre componenti – fascia, bindello, campo.
Grazie a queste caratteristiche è possibile realizzare, con la tecnica dell’intarsio, un parquet personalizzato e raffinato, impreziosito con disegni che possono andare da una semplice cornice al centro o sul perimetro della stanza, alla realizzazione di disegni geometrici, floreali o simboli, oppure decidere di ripetere lo stesso motivo su tutta la superficie realizzando un disegno a quadri o a cassettoni.
La tecnica dell’intarsio è resa possibile dall’utilizzo delle diverse colorazioni e infinite possibilità di accostamento di essenze diverse che realizzano giochi cromatici unici. Si passa dalle tonalità chiare del rovere e del frassino a quelle più scure del wengè e del noce africano, per arrivare ai rossi del ciliegio e del doussiè e ai bruni del teck e dell’iroko. La versione più moderna della tecnica dell’intarsio prevede l’utilizzo di altri materiali quali vetro, ceramica, metallo, pietra o marmo, che giocano con il legno creando disegni originali. Questo tipo di lavorazione richiede abilità e tecnica non solo nella lavorazione degli intarsi, ma anche nella messa in posa del parquet. Infatti gli intarsi vengono prima realizzati a mano, assemblati in pannelli e solo dopo applicati usando la tecnica della posa flottante o su massetto asciutto.