clicca
Sconto fattura Milano

Pavimenti di legno di recupero

Oggigiorno argomenti come rispetto dell’ambiente e sostenibilità dei materiali utilizzati la fanno da padrone e sono molti i “potenziali clienti” che si mostrano sempre più sensibili a queste tematiche.  Alcune tipologie di parquet come per esempio il parquet in bamboo o il parquet resistente all’acqua vengono definiti ecologici proprio per questo.  Non è un caso che attualmente siano sempre più diffusi i pavimenti in legno di recupero realizzati grazie alla lavorazione di travi, porte, mobili inutilizzati e abbandonati destinati alla spazzatura. In questo modo non solo si impedisce di sprecare legno che in realtà è ancora utilizzabile, ma soprattutto si evita di abbattere alberi inutilmente.

Scorpi la nostra collezione di parquet in legno a prezzi vantaggiosi nei nostri negozi di Stocchisti parquet a Milano.

Pavimenti di legno in cucina

I pavimenti in legno si possono posare anche in cucina, esso deve essere resistente all’umidità, agli urti, alle graffiature, alle sedie che vengono spostate e alle operazioni di pulizia eseguite quotidianamente in cucina. Di conseguenza è necessario scegliere pavimenti di legno che soddisfino tutti questi requisiti.

Uno dei legni migliori e più resistenti è il teak, un legno reperibile sia in Africa che in Asia, color tabacco e talmente resistente che viene utilizzato anche per le imbarcazioni. In cucina si può anche scegliere di posare un parquet laminato che dura nel tempo e resiste a qualunque tipo di maltrattamento.

In tal caso si possono scegliere anche essenze delicate con un’ampia gamma di scelta dalle essenze chiare alle rosse fino a quelle scure.
Inoltre in commercio troviamo anche una linea waterproof di pavimenti in legno, la posa parquet è la medesima dei classici ma la sua composizione è diversa e più indicata in bagno e cucina.

Posare parquet da soli, si o no?

La posa è il momento più importante per la realizzazione di un pavimento in legno e posare il parquet da soli non è sempre cosa indicata.


Prima di procedere bisogna considerare alcuni fattori come l’umidità del legno da applicare, quella dell’ambiente e quella del materiale sul quale verrà applicato il pavimento. A seconda del tipo di pavimento ci sono diverse tipologie di posa.

 

Esse sono:

  • posa incollata
  • posa incollata di pavimenti prefiniti
  • posa flottante
  • posa inchiodata.

I primi due tipi prevedono l’incollatura delle liste di legno su uno strato di legno massiccio nel primo caso, direttamente sulla superficie da rivestire nell’altro caso. La posa flottante prevede che i singoli elementi siano posati su un sottile strato di materiale isolante e incollati con colla. Infine la posa inchiodata vuole che gli elementi vengano incastrati tra di loro e inchiodati.

La posa del parquet da soli non viene quindi consigliata, è sempre meglio effettuarla con professionisti del settore. Bisogna infatti considerare che il legno è un materiale che per natura tende a deformarsi e gonfiarsi, quindi spesso nelle pavimentazioni in legno si formano dislivelli e fessure.

Le liste devono essere posate in maniera che il legno possa muoversi liberamente senza danneggiare l’intera superficie. Spesso tra una lista e l’altra viene lasciato qualche millimetro senza però creare fessure evidenti e antiestetiche nel pavimento. Solo un professionista può conoscere tutte le caratteristiche del legno.
In base a queste unite alle caratteristiche fisiche del luogo in cui deve essere applicato un buon posatore sceglie il tipo di posa da eseguire. Infine i posatori devono provvedere anche alla finitura del parquet, fase finale della messa in posa del pavimento.

Anche questa deve essere eseguita da personale competente e specializzato che si serve di appositi prodotti per il parquet. Una volta applicato il parquet la sua manutenzione quotidiana è semplice, bisogna però effettuare periodicamente procedimenti più complessi, come la rilevigatura o verniciatura, per i quali ancora una volta occorre rivolgersi a professionisti del settore.

Per approfondimenti: leggi di più sulla posa parquet eseguita da professionisti.

Trattamento pavimento legno grezzo

I pavimenti in legno grezzo non sono altro che i parquet tradizionali, altrimenti chiamati parquet in legno massello.

Solitamente sono realizzati in legno per intero e per questo devono essere sottoposti a trattamenti di levigatura e lucidatura una volta messi in opera.

I pavimenti in legno massello hanno un costo superiore agli altri perché richiedono una posa lunga e, come già detto, le operazioni di manutenzione della lucidatura e levigatura

Le tavole in legno grezzo ( o massello ) possono essere posate in presenza di riscaldamento a pavimento, ma lo spessore del parquet deve essere almeno di 10mm.

Il trattamento per il pavimento in legno grezzo quindi è il medesimo di un parquet tradizionale, trattandosi di un legno “vivo” è bene concentrandosi alla sua cura ordinaria ed extra ordinaria in modo particolare e meticoloso.

Se desideri ricevere altri suggerimenti utili tieniti aggiornato sul nostro blog, ogni mese i migliori consigli per la cura del tuo parquet e non solo, siamo il punto di riferimento del parquet a Milano.

Il legno come materiale isolante

In montagna o nelle zone fredde spesso si vedono case con pavimenti e rivestimenti in legno. Addirittura nei territori scandinavi interi paesi sono costruiti in legno.  Infatti il legno ha un’elevata proprietà isolante e questo permette di avere ambienti caldi e asciutti.
Erroneamente però si pensa che il legno isoli solamente dal freddo e che nelle stagioni più calde le stanze rivestite in legno siano insopportabili, ma in realtà non è affatto così.
Il legno è un materiale adatto ad ogni stagione e poiché  permette di avere un ambiente temperato in ogni momento dell’anno, le sue proprietà isolanti allontanano sia la calura che il freddo.

Affidati a stocchisti parquet Milano ogni consiglio in riferimento ai pavimenti in legno.