clicca

Pavimento pvc adesivo su piastrelle

Pavimento pvc adesivo su piastrelle Chi deve trasferirsi in un palazzo più vecchio, solitamente si trova a dover affrontare una problematica: la presenza di piastrelle in ceramica dappertutto.
In più non fanno parte di quello stile più attuale, ma si presentano scure e di piccole dimensioni.
In queste circostanze dunque spesso si decide di rimodernare la pavimentazione, e generalmente la scelta propende verso il pavimento in “PVC” per andare a sostituire quello precedente.
Infatti il modello elastico in “vinile” è tra i più richiesti, in quanto la pavimentazione in “PVC” autoadesivo propone un ampio assortimento di utilizzi, colpendo con tutte le sue tipologie di decorazioni.
Di seguito potrete scoprire se questo genere di copertura sia idonea pure sulle piastrelle.

I benefici del “PVC”

Prima di vedere le diverse possibilità  d’installazione, è importante conoscere tutte le peculiarità  riguardanti il laminato “vinilico autoadesivo”.
Per poter avere una progettazione interna efficace, è prima di tutto necessario controllare che le caratteristiche del pavimento in “vinile” corrispondano alle condizioni collegate al montaggio. Soltanto in questo modo il prodotto può avere un’ottima funzionalità , avendo un aspetto estremamente attraente e gradevole pure man mano che trascorre il tempo.
Pertanto risulta indispensabile effettuare un controllo anticipato su tutte le particolarità  di questo tipo di pavimentazione, arrivando poi alla conclusione se sia la tipologia giusta per le proprie esigenze personali.

Le varie tipologie di “PVC”

La scelta per quanto concerne il disegno è immensa col vinile “autoadesivo”. Questo “pavimento” così pratico si può trovare in una vasta gamma sia di formati che di tonalità . Si parte dall’originale emulazione del legno fino ad arrivare alla raffinata rappresentazione della pietra.
Le mode già  sperimentate e quelle più nuove si possono completare perfettamente mediante l’utilizzo di questo particolare “pavimento” che possiede come caratteristica l’elemento “autoadesivo”.
Nulla viene lasciato al caso, in modo tale che ogni superficie possa essere corredata in maniera eccellente con laminato ” LVT vinilico” adesivo.

In che modo si applica il “PVC adesivo” sulle piastrelle

Mentre altre coperture risultano essere alquanto difficile da posizionare oltre a essere piuttosto care, il “PVC adesivo” è sicuramente facile da installare.
Inoltre non necessita nemmeno di ulteriori materiali, considerando che la parte adesiva è già  inclusa nel prodotto. Ne consegue che non bisogna quindi comperarla separatamente e già  questo è un importante vantaggio.
Dunque basta rimuovere la pellicola protettiva del lato “adesivo” e riporre le “doghe” sul ripiano col modo “testa a testa”.
Nel momento in cui è stata messa la prima tavola, tutte le altre si possono posizionare una accanto all’altra.
Grazie a questo materiale otterrete non soltanto un grande risparmio per quanto riguarda le tempistiche, ma pure dal punto di vista economico.
Infine pure i principianti avranno la possibilità  di poter ottenere degli esiti strabilianti.

Parquet vinilico o laminato? Pro e contro

Parquet vinilico o laminato Decori e colori
Entrambe le tipologie di parquet, sia laminato che vinilico, possono essere abbelliti da una grande gamma di decori. Tuttavia per il vinile lo spettro di scelta è molto maggiore.

Idoneità  ad ambienti umidi
Se si desidera applicare un pavimento in legno al proprio bagno o altri ambienti dove vi è la presenza d’acqua un pavimento in vinile è molto più adatto a dal momento che è un materiale idrorepellente. Anche alcuni laminati possono essere applicati ad ambienti umidi ma bisogna fare attenzione che sia a prova di umidità .

Durata e resistenza
Il laminato è un materiale poco flessibile che se esposto ad alcune condizioni può facilmente andare incontro ad una rottura. Il vinile, invece, è di per se un elastico ed è in grado di resistere anche in condizioni più estreme.

Acustica
Il pavimento in vinile ha un fattore di assorbimento del rumore molto più elevato rispetto a quello del laminato. Se si desidera avere un pavimento che generi poco rumore per i vicini del piano inferiore può essere opportuno optare per questa tipologia di parquet.

Prezzo
Un aspetto in cui domina incontrastato il laminato, in linea generale infatti il prezzo di un parquet di questa tipologia è molto inferiore rispetto ad uno in vinile.

Guarda le collezioni disponibili di PVC finto parquet, nel nostro Showroom a Milano.

6 Motivi perché scegliere il parquet

perché scegliere il parquet Il parquet è una delle pavimentazioni più diffuse nelle abitazioni, ecco i motivi principali del perché scegliere una pavimentazione in legno:

Resistenza. Il parquet è un rivestimento che offre grande resistenza all’usura e ad urti, grazie alle qualità del legno ed ai numerosi processi di finitura e manutenzione che vengono svolti per fornire tale capacità al pavimento. Inoltre, anche se in qualche punto è leggermente rovinato, non crea un danno estetico, ma anzi lo rende ancor più interessante da vedere.
Estetica. Rispetto ad una pavimentazione in ceramica o mattonelle, il parquet assicura una bellezza estetica di altissimo valore, che affascinerà gli ospiti quando lo vedranno.

Personalizzazione. I parquet sono notevolmente personalizzabili a proprio piacimento. Si possono scegliere tecniche di rifinitura diverse, colori diversi, ed anche tipologia di legno diverso, in base al design che si vuole offrire al contesto, se moderno o vintage.
Facilità di manutenzione. La manutenzione e la pulizia dei parquet è molto semplice e non richiede particolari attrezzi o troppo tempo. L’importante è seguire qualche piccolo accorgimento e fare manutenzioni costanti e periodiche.

Isolamento termico ed acustico. Il legno è uno dei materiali con più caratteristiche positive ed innovative. Il parquet possiede infatti un ottimo isolamento di temperatura, evitando eccessivo caldo o freddo ed inoltre, installando appositi fondi sotto la superficie, si assicurerà anche un ottimo isolamento acustico e quindi l’evitare di infastidire vicini.

Comfort. Infine, il comfort è un aspetto molto importante del parquet. Appoggiare i piedi su una pavimentazione in legno oltre ad offrire grande comodità, apporta benefici alla salute ed alla mente della persona, creando una sensazione tattile di rilassamento e di eliminazione dello stress.

sanificare parquet Ormai da anni si tende a prediligere il PVC come materiale preferenziale negli ambienti ospedalieri. Nello specifico i pavimenti per gli ambienti medico sanitari devono rispondere a determinate esigenze in quanto si tratta di ambienti molto delicati. Proprio per questo motivo è fondamentale che il pavimento sia perfettamente pulito e igienico, resistente, antistatico e sicuro sia per i pazienti ma anche per il personale sanitario. Il PVC risponde egregiamente a tutte queste necessità ecco perché viene continuamente preferito rispetto ad altri materiali.

- PVC e ambienti medico-sanitari: un binomio perfetto
L’acronimo PVC viene utilizzato per indicare il polivinicloruro, un materiale cosiddetto resiliente, ovvero che rimbalza, in grado di resistere ottimamente alle sollecitazioni dinamiche e di assorbire gli urti senza usurarsi. Un’altra caratteristica fondamentale del PVC è che non richiede una grande manutenzione, infatti una volta installato riuscire a renderlo costantemente pulito e igienizzato è davvero molto semplice.
Ma cosa rende così speciale il PVC da farlo prediligere per i pavimenti di ambienti medico sanitari?
La risposta è molto semplice, innanzitutto si tratta di un materiale in grado di garantire una netta continuità. Infatti è risaputo che una superficie liscia e compatta vada a contrastare l’infiltrazione di batteri o agenti contaminanti, al contrario di una superficie rugosa o che presenta delle increspature. Inoltre essendo molto facile pulirli, i pavimenti in PVC possono assicurare un altissimo grado di igienicità, fattore indispensabile per un ambiente ospedaliero o sanitario in generale. Un altro fattore da considerare è l’ottima resistenza. Difatti bisogna considerare che questi ambienti sono frequentati da un gran numero di persone, sia pazienti che parenti, per non parlare per personale sanitario. Ragion per cui i pavimenti devono essere estremamente resistenti al calpestio ma anche al passaggio di barelle o altri strumenti medico sanitari. I pavimenti in PVC rispondono perfettamente a queste esigenze offrendo sempre un’ottima resa che si protrae nel tempo.
Ma oltre all’efficienza non bisogna trascurare anche il fattore estetico, perché sì ci troviamo in un ambiente sanitario, ma ciò non significa che bisogna trascurare il buon gusto. Anche in questo caso il PVC non delude, infatti in commercio è possibile scegliere tra un’ampia gamma di colori e geometrie, in quanto questo materiale si presta perfettamente per ogni tipo di taglio. Ma non solo poiché il PVC finto parquet può essere anche usato per emulare altri tipi di pavimentazione come ad esempio il parquet.

manutenzione pavimenti in legno esterni PAVIMENTI IN LEGNO PER ESTERNI
I pavimenti in legno per esterni sono molto diffusi e si trovano in numerose abitazioni, grazie al loro aspetto raffinato e naturale. Queste superfici sono facili da posare e si abbinano facilmente alle varie strutture.

Il legno però è un materiale delicato e per godere di tutta la sua bellezza più a lungo, va curato con costanza. In particolare, questo aspetto assume importanza maggiore in quanto il pavimento si trova all’esterno, esposto a tutte le intemperie.
Per evitare dei danni al legno è necessario pulirlo nel migliore dei modi ed attuare una manutenzione efficace.

La manutenzione

Per la manutenzione di un pavimento di legno / parquet che si trova all’esterno bisogna eseguire poche semplici azioni che permettono di non rovinarlo con il tempo.

La prima cosa da fare è spazzare il pavimento, sopratutto in autunno quando si accumulano le foglie, specie se bagnate, che possono lasciare delle macchie o far marcire le tavole di legno. Bisogna fare attenzione a non farle cadere nelle fessure, attraverso l’uso di una spatola, che permette di eliminare in quei piccoli spiragli i detriti.

Un’altra cosa da fare è sicuramente tenere pulito il pavimento da eventuali escrementi o macchie usando acqua e un detergente non aggressivo.
Inoltre non lasciate dei vasi sopra al legno per evitare macchie d’acqua. Infine, è necessario lisciare le superfici, eliminando eventuali chiedi che spuntano dalle assi. Il ciclo di manutenzione va effettuato almeno due volte all’anno, la prima per proteggerlo dal periodo estivo e il secondo per le temperature invernali.

La pulizia

La pulizia è uno dei passaggi fondamentali della manutenzione.

Prima di iniziare il processo è necessario verificare se vi sono delle assi danneggiate o marce che devono essere sostituite.
Inoltre bisogna eliminare qualsiasi oggetto posto sopra il pavimento, in modo che la superficie sia libera e sgombra. Sul legno si può poi passare una scopa a setole rigide per eliminare lo sporco depositato.

Scopri la collezione dei nostri parquet per esterni in vendita da Stocchisti Parquet.