differenza tra parquet e finto parquet
Scegliere quale tipo di pavimentazione utilizzare per la nostra casa potrebbe non essere una cosa semplice; le soluzioni più quotate in questo ambito sono, comunque, il parquet classico oppure il laminato (o finto parquet). Cerchiamo quindi di capire quali sono le differenze.

- Parquet: si tratta di un pavimento interamente costruito in legno, massello o multistrato. Questa soluzioni risulta indubbiamente molto elegante e in grado di rendere gli ambienti estremamente accoglienti. Il mercato, in fatto di parquet, offre numerosissime soluzioni diverse sia per quanto riguarda i materiali che per quello che concerne la messa in posa.
Qualunque sia il parquet scelto, comunque, il legno garantirà agli ambienti atmosfere molto calde e accoglienti ma anche eleganti e sempre di moda. A seconda dei materiali scelti, del tipo di posa e delle geometrie, il pavimento in parquet può avere costi diversi e risultati estetici estremamente vari.
Generalmente, comunque, il pavimento in legno si adatta perfettamente ad ogni stile di arredamento, dai più rustici agli iper moderni.

- Finto parquet: questo tipo di pavimentazione rappresenta, fuori da ogni dubbio, una soluzione estremamente comoda ed economica. Il finto parquet è, generalmente, costituito da fibre di legno o sintetiche. Il risultato finale è una perfetta imitazione del legno naturale, senza però gli svantaggi e la delicatezza di vero pavimento in legno. L’effetto estremamente realistico di questo tipo di pavimentazione è dato dalla superficie formata da uno strato fotografico ad alta definizione che ne simula la naturalezza alla perfezione.

Il finto di parquet è nato negli anni ’90 e, nel corso degli anni le nuove tecnologie lo hanno reso sempre più realistico ed esteticamente bello da vedere.
Nonostante sia primo dei requisiti per essere considerato parquet vero e proprio, questa soluzione a livello visivo è praticamente indistinguibile dall’originale.

Nonostante si tratti di due soluzioni simili dal punto di vista dell’estetica, questi due pavimenti la più grande differenza è da ricercare nell’aspetto economico. Il vero parquet, infatti, ha generalmente costi piuttosto elevati rispetto al laminato; anche la messa in opera è completamente diversa, il laminato, infatti è più semplice da posizionare e può contare su una manutenzione meno specifica.

In fatto di resistenza il laminato è consigliabile per tutti quegli ambienti maggiormente sottoposti ad usura; il parquet in vero legno, infatti, è generalmente più sottoposto ad usura e più delicato ed è quindi indicato per ambienti tranquilli e meno sottoposti ad eventuali danni.

La manutenzione, infine, è praticamente inesistente per quanto riguarda i pavimenti in laminato. In questo tipo di pavimentazione, infatti, sia per la pulizia che per la manutenzione generale, sarà sufficiente trattarlo come un normale pavimento in piastrelle.