clicca

Parquet blog: guida ai pavimenti in legno

Guida con consigli e articoli per la scelta del parquet

Parquet legno di noce

Il parquet in legno di noce è uno dei più pregiati e più utilizzati dagli amanti dei pavimenti in legno. Ma quali sono le caratteristiche, le tipologie e i prezzi di questo legname?

Tra i legni più utilizzati per realizzare arredo e complementi d’arredo, si caratterizza per il colore bruno, piuttosto scuro, con venature aranciate e mielate più marcate che vanno verso il nero e, in alcuni casi, al porpora. Trattandosi di un albero che cresce in diverse parti del mondo presenta differenze oltre che nel colore anche nella struttura fisica in termini di compattezza e durezza.

Il legno di noce si presta molto bene ad essere lavorato ed è quindi possibile levigarlo e rifinirlo perfettamente. Presenta anche ottime caratteristiche di durata e durezza. I pavimenti in noce sono sobri ed eleganti, perfetti per dare risalto all’ambiente in cui viene posato. Va ricordato che, trattandosi di un legno non particolarmente duro non è adatto a sistemi di riscaldamento a pavimento né ad ambienti umidi.

Esistono diversi tipi di legno a seconda della provenienza, dal noce europeo al californiano, dal noce nero americano a quello australiano e brasiliano. Si parla propriamente di noce nazionale riferendosi a quello prodotto in Italia che è la tipologia di noce più pregiata sia in termini di qualità estetiche che di durata nel tempo.

Per quanto riguarda il prezzo di questo legno, varia a seconda della tipologia, grado di stagionatura e di lavorazione.

Scopri la bellezza e la qualità dei parquet in legno di noce massello e scopri anche tutte le altre essenze disponibili.

Parquet industriale prefinito

Se per la vostra casa avete pensato di optare per un parquet industriale, ecco alcune specifiche per decidere quale tra parquet industriale prefinito o parquet industriale tradizionale scegliere.
Il parquet industriale è un pavimento che si presta per essere usato in luoghi sottoposti a frequenti sollecitazioni, grazie alla resistenza che caratterizza la sua struttura a lamelle di scarto della lavorazione del legno.
Il parquet industriale prefinito mantiene tutti i vantaggi di resistenza della versione tradizionale, superando però gli svantaggi legati alla posa lunga e laboriosa.
Grazie al suo impatto estetico, oltre che per la sua resistenza, il parquet industriale è un elemento di design molto apprezzato e si caratterizza per le essenze pregiate, ampia gamma di colori e finiture e rispetto di tutti gli standard qualitativi.

Le principali differenze tra parquet industriale tradizionale e parquet industriale prefinito sono:

Mentre il parquet industriale tradizionale è costituito da lamelle in legno massiccio grezzo tenute insieme da nastro adesivo che viene eliminato al momento della posa, il parquet industriale prefinito si presenta in tavole dove le lamelle, già levigate e sottoposte a finitura, sono state posate e incollate su un supporto in multistrato.
Nel dettaglio, ecco quali sono i principali vantaggi:

  • le lamelle posate verticalmente offrono una maggiore resistenza sia all’usura che ai pesi;
  • grazie alle diverse sfumature di colore delle lamelle, l’effetto estetico di frammentazione del colore è davvero unico;
  • lo spessore delle lamelle in legno nobile permette eventuali rasature del pavimento;
  • dopo la posa i locali sono subito calpestabili.

Scegliere un parquet industriale prefinito è la scelta giusta per unire praticità e resa estetica ad un costo davvero ridotto. Vieni da Stocchisti Parquet e scopri tutti i nostri parquet industriali prefiniti!

Oli essenziali per la pulizia del parquet

Pulizia parquet con oli essenziali

Gli oli essenziali sono una soluzione ideale per la pulizia del parquet, grazie alle proprietà antisettiche e disinfettanti.
Si tratta di sostanze concentrate e volatili estratte da foglie, corteccia e scorza, che contengono il profumo della pianta da cui vengono estratte. Si prestano per la pulizia degli ambienti grazie alle caratteristiche antisettiche che permettono di contrastare il ripopolamento dei microbi permettendo di avere un parquet davvero pulito, oltre ad essere antinfettivi e antivirali.
Per utilizzare la giusta dose di oli essenziali, consigliamo di rivolgersi a degli esperti in grado di indicare le giuste essenze e dosi per la pulizia ottimale del tuo parquet. Grazie alle caratteristiche sopra citate è possibile pulire il proprio parquet esclusivamente con gli oli essenziali, evitando di utilizzare detersivi e sostanze chimiche. Tra gli oli essenziali più usati per la pulizia dei pavimenti in legno troviamo le essenze della lavanda, antisettico e antibatterico, dell’albero del tè, potente antisettico e antibatterico, del limone, con proprietà antibatteriche e depurative, dell’eucalipto citrato o radiata, antinfettivo, e del pompelmo, disinfettante.
Per la preparazione del tuo detersivo naturale, basta aggiungere ad un litro di aceto di alcol 30 gocce di uno o più oli essenziali. In alternativa all’aceto è possibile utilizzare l’acqua. Oltre alla pulizia profonda, la pulizia con gli oli essenziali lascia un gradevole profumo anche nelle ore successive all’applicazione.

Parquet industriale, messa in posa e manutenzione

Il parquet industriale (o stepping floor), è una tipologia di parquet che veniva usato principalmente per la pavimentazione di fabbriche, officine e locali particolarmente soggetti a calpestio. Oggi è molto usato anche per la pavimentazione della propria casa, e grazie alla resistenza che lo contraddistingue, è un parquet che dura nel tempo e può essere sottoposto a numerose manutenzioni. Infatti il parquet industriale ha uno spessore che può raggiungere i 2 cm. Vediamo nel dettaglio messa in posa e manutenzione del parquet industriale.
Per quanto riguarda la messa in posa il parquet industriale viene installato secondo due modalità:

  • incollaggio a superficie intera su fondo ricoperto dal giusto collante;
  • oppure messa in posa su pannelli di truciolato o multistrato.

Prima della messa in posa, è molto importante assicurarsi che il piano di appoggio sia ben compatto e livellato e l’umidità non deve superare il 2%. Per ottenere una superficie omogenea è possibile utilizzare un massetto auto-livellante, oppure un rasante elastico per consentire quei piccoli aggiustamenti durante l’asciugatura.
Per procedere al meglio alla posa del tuo parquet industriale, è necessario seguire alcuni passaggi fondamentali:

  1. Rivolgersi ad un posatore esperto o almeno richiedere una consulenza.
  2. La posa va iniziata partendo dalle pareti discostandosi di almeno 5-8 mm, per evitare imbarcamenti pericolosi o antiestetici e far si che la dilatazione avvenga verso l’esterno e non verso l’interno.
  3. Rivestire il perimetro con il battiscopa.
  4. I listelli possono essere posati parallelamente o perpendicolarmente, ma è possibile anche seguire decorazioni particolari.

Una volta posato il tuo parquet industriale, è importante capire come operare la corretta manutenzione. Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria, basta semplicemente passare l’aspirapolvere e un panno umido per rimuovere polvere e sporcizia. Per la manutenzione straordinaria, ogni 8/10 anni, è necessario utilizzare la macchina smerigliatrice per la levigatura del parquet industriale, per poi procedere con la stuccatura, la sigillatura e la verniciatura/inceratura. Per la verniciatura consigliamo vernici ad acqua ecologiche, mentre per il trattamento a cera consigliamo di farlo solo in ambienti non soggetti a eccessive sollecitazioni in quanto non molto resistente.

Scopri la vasta scelta di parquet industriali disponibili nel nostro negozio di Milano e chiedi consiglio ai nostri esperti per scegliere il parquet industriale più adatto alle tue esigenze!

Se il tuo parquet è usurato e sbiadito a causa della scarsa manutenzione, riportalo all’originario splendore con la lamatura.
Oltre alla bellezza e al calore che questo tipo di pavimentazione dona agli ambienti, il parquet si caratterizza per la possibilità di renderlo come nuovo grazie a tecniche di ripristino del pavimento in legno come la lamatura. Questo è possibile perché si tratta di un materiale vivo e grazie alla lamatura si possono eliminare completamente sia macchie che graffi. La lamatura rientra tra gli interventi di manutenzione straordinaria e si attua in due fasi:

  • la lamatura vera e propria;
  • la realizza di un nuovo strato di finitura.

Per questo genere di manutenzione è necessario rivolgersi a specialisti del settore, se non si vuole rischiare di danneggiare irrimediabilmente il proprio parquet con il fai da te. Ma vediamo nel dettaglio cos’è la lamatura: la lamatura consiste nella rimozione dello strato superficiale e nell’asportazione di pochi decimi di millimetro dello strato di legno nobile. Questo genere di manutenzione può essere eseguito su tutte le tipologie di parquet, chiaramente per un numero di volte limitato in base allo spessore dello strato di legno nobile: un parquet prefinito potrà supportare da 2 a 4 lamature, il parquet massello può arrivare fino ad un massimo di 8 interventi.

Scopri anche come eseguire al meglio la manutenzione e la pulizia dei parquet per esterni, così da avere il tuo pavimento in legno sempre perfetto.

Per ulteriori informazioni sui costi e le tempistiche necessarie ad effettuare il completo ripristino del tuo parquet, rivolgiti al nostro staff di esperti!